Il Ciclamino, un fiore che colora l’inverno

admin

Il Ciclamino (Cyclamen) fa parte della famiglia delle Primulacee che comprende più di venti specie, alcune crescono spontanee e possiamo ammirarle anche nei nostri boschi. Il suo nome deriva dalla parola greca kyklos, cerchio e viene associata alla forma del fiore stesso. E’ una pianta nota sin dall’antichità e pare sia giunta in Europa intorno alla metà del XVII sec. 

Le specie di ciclamino più diffuse e conosciute sono il cyclamen europaeum, molto profumato e dai fiori rosa pallido, il cyclamen neapolitanum i cui fiori invece sono di un rosa più deciso e il cyclamen persicum, originario dell’Asia minore. Una pianta ornamentale molto apprezzata che si presenta con fiori di colori diversi dal rosa, al bianco al lilla.

La grande varietà di ciclamini disponibili rende difficile la scelta a volte, normalmente si trovano suddivisi per taglia (grandi o nani), per colore e per la forma dei fiori, che possono essere classici, bicolore, sfrangiati o screziati. 

Una volta scelta la nostra pianta di ciclamino seguiamo alcuni accorgimenti per averne cura e garantire la fioritura per tutto l’inverno, possibilmente anche per quello successivo.

Cura del ciclamino

Il ciclamino non va mai esposto alla luce diretta del sole, è preferibile la mezz’ombra, ricordiamoci che il suo ambiente naturale è il bosco e che quindi riceve sempre luce filtrata dalle piante che la sovrastano. Se vogliamo tenerlo dentro casa, ricordiamoci che non ama temperature che superano i 20°.  Sono ora disponibili varietà di ciclamino che resistono anche a -2°C, ricordiamoci però che non amano il gelo.

Se vogliamo fioriture generose ricordiamoci di togliere i fiori che un po’ alla volta si sono appassiti, evitiamo anche di usare vasi troppo grandi se volgiamo trapiantarli o rinvasarli.

Anche la concimazione è importante, soprattutto nel periodo della fioritura, circa ogni 15 gg ricordiamoci di aggiungere all’acqua un fertilizzante solubile.

Alla fine della fioritura, all’incirca alla fine della primavera, ripuliamo la nostra pianta dalle foglie e dai fiori secchi e lasciamo riposare i bulbi in una zona riparata dai raggi del sole, dopo l’estate potrete travasarli aggiungendo nuovo terriccio e annaffiarli con regolarità

Curiosità sul ciclamino

Molte sono le leggende legate al ciclamino e diversi i significati che gli si attribuiscono, il più curioso è quello legato al fatto che le radici del ciclamino contengono un po’ di veleno, potenzialmente pericoloso per l’uomo, per questo gli fu attribuito il significato di diffidenza. Per la stessa ragione, però, in passato si riteneva che chi lo piantasse diventasse immune dalla sfortuna. 

Leave your thought